Mese: giugno 2014

Preso il Mostro di Internet. Dalle sue foto su Facebook un profilo inquietante.

E' stato prelevato all'alba il Mostro, al secolo Francesco Lanza, incastrato da prove web-giornalistiche inconfutabili.
Subito la Rete si è mobilitata in un vortice di commenti e non sono mancati crimini contro la lingua italiana, anche se non è nulla in confronto ai reati commessi dal Mostro.

Reati che forse avrebbero potuto essere evitati se la Scientifica Web (composta da circa dieci milioni di utenti internet, ragazzi meravigliosi che lavorano solo per dedizione e passione) avesse maggiormente attenzionato il profilo Facebook di questo essere spregevole.

I suoi album fotografici, infatti, rivelano e disegnano un ritratto inquietante.

Megalomania

Preso il Mostro di Internet. Dalle sue foto su Facebook un profilo inquietante.

Deliri di stampo religioso

Preso il Mostro di Internet. Dalle sue foto su Facebook un profilo inquietante.

Travestitismo

Preso il Mostro di Internet. Dalle sue foto su Facebook un profilo inquietante.

Alcolismo duro

Preso il Mostro di Internet. Dalle sue foto su Facebook un profilo inquietante.

Alcolismo duro + travestitismo

Preso il Mostro di Internet. Dalle sue foto su Facebook un profilo inquietante.

Selfie estremo

Preso il Mostro di Internet. Dalle sue foto su Facebook un profilo inquietante.

Riprovevoli modelli di comportamento

Preso il Mostro di Internet. Dalle sue foto su Facebook un profilo inquietante.

Scarsa cura della pella

Preso il Mostro di Internet. Dalle sue foto su Facebook un profilo inquietante.

Alcolismo professionistico + travestitismo level: MAX

Preso il Mostro di Internet. Dalle sue foto su Facebook un profilo inquietante.

Aumento ponderale (passioine quindi per i ciccioli, quindi ammazza gli animali per nutrirsene)

Preso il Mostro di Internet. Dalle sue foto su Facebook un profilo inquietante.

Inoltre il suo stato sentimentale, sul famoso soscial nètuo, nasconde un particolare inquietante:

Preso il Mostro di Internet. Dalle sue foto su Facebook un profilo inquietante.

La persona con la quale ha una relazione, è del suo stesso sesso e porta il suo stesso cognome, quindi qui parliamo anche di omosessualità e incesto.

E' chiaro quindi che avremmo dovuto cogliere il suggerimento della massima autorità nella sicurezza del Paese, e cioè Batman, e arrestarlo quando se ne presentò l'occasione.

Preso il Mostro di Internet. Dalle sue foto su Facebook un profilo inquietante.

E' un vero peccato che gli album nei quali sono presenti le foto dei nipotini del Mostro siano privati, altrimenti avremmo volentieri mandato al macello anche loro: è la Rete che ce lo chiede.

Forse questa vicenda convincerà i giornali a usare in maniera ancora più intensa il materiale web e sbattere ancora e ancora mostri, mogli di mostri, figli e nipoti di mostri in homepage e in prima pagina.

Dal vostro corrispondente

Francesco Lanza (un omonimo, eh, non sono parente e neanche quello che se la fa con lui)

Filed under: volare e potare, web