Categoria: papa

Papa Francesco e Scalfari, Ratzinger e Odifreddi. Io scrivo a Don Alfonso

Caro Don Alfonso,

scrivo a te perché quelli cicciotti di cui sopra sono troppo impegnati a tirarsi pacche sulle spalle e non vorrei disturbarli.

Sicuramente hanno instaurato un bel carteggio che verrà studiato nelle facoltà di Filosofia, in futuro, e la cui conoscenza costituirà titolo preferenziale per essere assunti in friggitoria, ma secondo me in questo auto-compiacersi del dialogo tra credenti e non credenti, perdono di vista il punto che sarebbe davvero utile.

Innanzitutto, si concentrano molto sull'ateismo in relazione alla figura storica di Gesù, cosa che in un dialogo attuale tra credenti e non credenti, non ha alcuna consistenza.

Perché così come la Scienza ha delle dimostrazioni, poi delle teorie, quindi delle ipotesi, man mano che ci avviciniamo all'inizio dei "Tempi", allo stesso modo un non credente dovrebbe chiedere a un credente come si può, in merito alla figura che di Gesù dà la Chiesa, andare indietro rispetto al Primo Concilio di Nicea, che di fatto è il Big Bang del Gesù Cristo come lo conosciamo.
Quindi Ragione e Fede, Scienza e Cristianesimo, hanno sicuramente un bell'ammazzarsi intellettuale su fatti, ricostruzioni, interpretazioni, teorie, teoremi, e via dicendo.

[Mi ero fatto prendere la mano e avevo scritto un pippone lunghissimo su Nicea e poi una visione futura di una religione incentrata su Berlusconi dove per un equivoco archeologico viene rappresentato nelle icone sacre con la faccia di Beppe Grillo, ma ho cancellato tutto, perché anche io mi stavo facendo prendere la mano e rischiavo di perdere di vista il punto.]

Da non credente del 2013, inserito nella realtà di quello che viviamo, delle acrobazie argomentative in un senso o nell'altro sulla figura di Cristo, sono convinto che ne possiamo fare a meno.
Certo, in privato ognuno discute di quello che vuole. Per carità. Ma un dialogo pubblico tra certi pesi massimi, mi piacerebbe che fosse un po' utile anche per me, che da lettore/spettatore ne divento il fruitore vero.
L'utilizzatore finale, diciamo.

"Dio perdona anche chi non crede" oltre a sbaragliare Pascal e la sua ridicola scommessa filosofica, è un concetto bellissimo, agli occhi di un dubbioso e di un fedele.
Agli occhi di me che so di essere un non credente, è una cortesia per la quale posso ringraziare, ma che non so come ricambiare, se non con un sorriso sincero e con un "non era necessario, non dovevi".

E quindi quale è questo punto?

Il punto è che un dialogo di così alto livello tra fedeli e non fedeli, dovrebbe riuscire a non perdere l'occasione di parlare di politica.
Se sono ateo, non me ne importa nulla di dimostrare che ho ragione sul fatto che la Bibbia sia un'opera letteraria, e se qualcuno crede che sia la Verità e la Parola di Dio, a me non dà alcun fastidio. Se convertissi all'ateismo un credente, non la considererei una vittoria, ma una fatica inutile.
Un dialogo pubblico del genere deve non perdere l'occasione di parlare di tasse, di diritto all'aborto, magari citando il fatto che 2 ginecologi su 3, in Lombardia, sono obiettori di coscienza e che potrebbero spingere una donna tra le pericolose braccia clandestine di aborti fai-da-te; parlare di diritto all'eutanasia, di tutta quella fatica e di quegli ostacoli che incontrano la Scienza e il legislatore su quei temi "etici" che non riguardano la collettività, ma il singolo individuo; parlare di economia e delle lobby politicizzate e cristianizzate che occupano posizioni di potere indebitamente, distruggendo la concorrenza e quella parvenza di finto libero mercato che abbiamo in Italia.
Parlare di tante cose che c'entrano con la Fede e anche con la vita quotidiana di chi Fede non ha.

Quindi, caro don Alfonso, io vorrei sapere da te, che vivi tra le persone comuni e non negli intermundia editoriali e pastorali, se ci può essere un dialogo e un confronto sereno tra credenti e non credenti su QUESTI temi, lasciando le dispute sulla Parola ai Filosofi.
Dispute interessanti, bellissime e stimolanti, per carità.
Ma che volano a un chilometro dalle teste dei problemi veri.
Soprattutto se hai la fortuna di poter parlare con uno che ha uno Stato in centro a Roma, vista Tevere.

Ad maiora.
Tuo,

francesco (con la f minuscola)

Papa Francesco e Scalfari, Ratzinger e Odifreddi. Io scrivo a Don Alfonso
Filed under: papa, religioneTagged with: ,

Papa Frisco e lo IOR… ZAC!

Drriiiiiinnnnnnn!

– Pronto?
– Hola Fra!
– Hola Papa Frisco! Come stai?
– Todo Bien! Senti, hai sentito che ho detto dello IOR?
– Bella da paura, mi sei piaciuto. "Necessario fino a un certo punto". Fico.
– Sì, e ora cancello tutti i conti correnti, via!
– Grande.
– Allora… Abele, un conto vecchio, ZAC! Cancellato!
– Evvai!
– Addari, Adelmi, Affolli… ZAC! Via tutti!
– Sei un grande.
– Sì, guarda, basta un clicckete… ZAC! Via pure questi! In ordine alfabetico! Agresti… Agliani… Airoldi… Aladini… ZAC! Quanto mi diverto!
– Sai che ti dico? Finalmente! Un Papa che fa pulizia. Bravo!
– Amodio… Ammanetta… Aneli… Anelli… Andini… ZAC!
– Aspetta. Papa Frisco… un attimo…
– Andreini ZAC! Andreoli ZAC!
– Senti, c'è un problema, credo.
– Macché problema! Andreoni ZAC! Andreo… Ah.
– Eh.
– Passo alla B?
– Beh… non lo so. Tu che dici?
– Bella giornata oggi eh?
– Sì, ci vediamo all'aperitivo?
– Sì, però alla mensa dei barboni, Fra.
– Mi trovi lì fisso. Godi forte, Frisco!
– Hasta luego, Fra!

Papa Frisco e lo IOR... ZAC!
Filed under: papa, volare e potareTagged with:

Top Five dei prossimi titoli giornalistici sul Papa

5

Il Papa spacca fuori tutti i bicchieri di cristallo del Vaticano

Sarà consentito bere solo a canna o con le mani. Allontanato un Cardinale con la fiaschetta.

 

4

Papa Francesco rinuncia alla carta igienica doppio velo

Da oggi in Vaticano solo carta vetrata. "Povertà, preghiera e penitenza anche durante la ritirata."

 

3

"Via tutte le slot machine dal Vaticano!"

Papa Francesco il Riformatore tuona contro il vizio dei Cardinali che spendono via tutte le offerte delle diocesi nel gioco d'azzardo

 

2

Papa Francesco vende i beni del Vaticano per donare tutto ai bambini poveri

Intervista esclusiva al negozio "Compro Oro Pago Contanti" di Tor Bella Monaca che ha ritirato un trono in oro zecchino e lapislazzuli: "Temo per la mia vita, sono barricato qui dentro da due giorni."

 

1

Il Vaticano si trasferisce a Kinshasa (RC)

Per l'occasione, Papa Francesco sfiderà Mohammed Ali in una riedizione di beneficenza dello storico incontro di boxe.

Top Five dei prossimi titoli giornalistici sul Papa
Filed under: papa, vaticanoTagged with: , ,

L’assunzione

Congratulazioni.
Lasci che questa audio-guida la introduca ai vantaggi e alle peculiarità del suo nuovo impiego.

Segua il percorso luminoso a terra, prego.
Questa è la stanza con le sue uniformi.
Sono comode, ampie e consentono di eseguire tutti i movimenti che la sua qualifica richiede.

Questa è la sua scrivania.
Nei cassetti troverà un completo set di dossier e pratiche che avrà l'accortezza di esaminare durante i primi giorni successivi alla sua assunzione.

Naturalmente è prevista una vettura aziendale con autista e tutto il personale di cui avrà bisogno per espletare i suoi compiti.

Ora prosegua verso il balcone del suo ufficio e lo apra, prego.
Ecco, questa è l'Italia.
È un benefit piuttosto consistente della sua nuova posizione, potrà adoperarla come meglio crede.

Ora, prego, apra le braccia e saluti la folla.
Quindi ripeta il seguente testo.

L'assunzione
Filed under: chiesa, papaTagged with: , , ,