Categoria: prima il nerd

La discesa.

La discesa.

Con questo scritto segno la mia discesa in campo nella tenzone politica italiana.

Mi candido alle primarie del PD, a quelle del PDL, a quelle del Terzo Polo, e pure al M5S e al Gruppo Misto.

L'Italia è il Paese che amo. O meglio, è il Paese che da tanti anni mi ama, da dietro. All'inizio non ero contento, ma poi col tempo ho imparato ad amare quella sensazione come di assorbimento.

L'Italia è il Paese d'o sole e d'o mare. Dove ci sono le mie radici, la mia famiglia, il mio computer e da qualche parte, ne sono sicuro, anche quelle cose che erano lì, un attimo fa.

Ho deciso di scendere in campo per farla tutta, la politica. Politica dura. Politica fluida. Politica che lascia il profumo di quella politica sana, mattutina.

Per quelli che preferiscono i drogati in parlamento, e invocano la politica dei fatti.

Per quelli che stanno al fresco ma di propria volontà, perché hanno la libertà condizionata.

Per chi muore d'amore e non è ricambiato, e si sente messo amor te.

Per tutti quelli che lanciano le cose sinceramente, perché sono franchi tiratori.

Per tutti i condannati a morte che si guardano intorno con sospetto in un ascensore, perché è sicuramente il boia ad aver mollato.

Per tutti i superstiziosi e stressati papà di gente che paga a babbo morto.

Per le mamme tutte, non solo quelle certe.

Per tutti.

Vostro (se mi votate, sennò muorite) Francesco.

P. S. il fatto che io abbia deciso di candidarmi subito dopo il conteggio delle tasse è puramente causale.

Filed under: politica, prima il nerd