Categoria: religioni

Un mistero da svelare: chi ha ucciso il nonno di Noè?

Fin da piccolo ho avuto alcune domande riguardo il Vecchio Testamento, perché avevo il vizio di mettermi lì con carta e penna e fare dei calcoli.

Ora, da Genesi 5 ricaviamo queste informazioni:

– Adamo a 130 anni ebbe Set (dopo che Caino ammazzò Abele e finì latitante). Poi campò altri 800 anni, facendo altri figli che non ci interessano perché stiamo seguendo la linea generazionale che ci porta a Noè, per un totale di 930 anni.

– Set a 105 anni ebbe Enos. Visse altri 807 arzilli anni per morire all'età di 912 anni.

– Enos fu più precoce, ebbe il figlio Chenan a soli 90 anni, visse altri 815 anni e scomparse prematuramente a soli 905 anni.

– Chenan fece scandalo avendo il figlio Maalalel a 70 anni, praticamente un adolescente, visse quindi fino a 910 anni.

– Maalalel prese dal padre l'hobby di fare figli giovane ed ebbe a soli 65 anni Iared, ma morì giovanissimo, a 895 anni.

– Iared aspetta coscienziosamente la maggiore età per avere Enoc, a 162 anni, vivendo per altri 800 anni e raggiungendo quindi la splendida età di 962 anni.

– Enoc genera Metusela, il nonno di Noè, alla tenera età di 65 anni. Enoc muore praticamente appena dopo aver preso la patente, a 365 anni.

– Metusela, memore della scomparsa così improvvisa del padre, aspetta ben 187 anni prima di dare alla luce Lamec, vivendo poi per altri 782 anni, lasciando quindi le sue spoglie mortali all'età di 969 anni, il più longevo di tutti.

– Lamec diventa padre di Noè a 182 anni, ma vive solo 777 anni.

– Noè, infine, vive 500 anni prima di dare alla luce Sem, Cam e Iafet.

Ora, da questi dati possiamo ricavare alcune considerazioni: quando Noè nasce, Adamo è morto da appena 30 anni e a parte il bisnonno Enoc, morto come abbiamo visto giovanissimo, gli altri sono ancora tutti vivi. Iared, tra i più longevi, quindi, sopravvive per centinaia di anni al povero figlio Enoc. Ma anche Metusela, sopravvive al figlio Lamec, morendo ben 180 anni dopo.

Metusela muore quando Noè ha 600 anni, facendo in tempo a vedere i nipotini Sem, Cam e Iafet spegnere le prime 100 candeline.

Ma come è morto Metusela?

Ma torniamo un attimo a Noè, mettiamo da parte Metusela e saltiamo a Genesi 9.

Paura, eh?

Paura, eh?

Genesi 9, 28-29:

"28 Noè visse, dopo il diluvio, trecentocinquant'anni. 29 L'intera vita di Noè fu di novecentocinquant'anni; poi morì."

Se togliamo 350 anni a 950, cosa otteniamo?

600.

Esattamente l'età che aveva Noè quando morì nonno Metusela.
Ed esattamente l'età che aveva Noè quando, durante una servizio di Studio Aperto con i consigli su come sopravvivere al caldo killer, Dio mandò il Diluvio Universale.

Di tutti gli antenati di Noè, Metusela era l'unico vivo.

Le domande senza risposta, quindi, restano molte.

Perché Dio non l'ha salvato insieme alla famiglia di Noè?
Era forse malvagio come gli altri uomini dai quali Noè e la sua famiglia si distinguevano?
E perché Noè non chiede di poter salvare anche il povero nonno?
Dio aspettò che Metusela morisse di vecchiaia, per mandare il Diluvio?
I testi non riportano dettagli, in merito.
Perché questo velo di omertà sulla morte dell'uomo più longevo di sempre?

Cosa è accaduto, quel giorno, sull'Arca di Noè e se non sull'Arca, nei pressi dell'Arca?

Filed under: religioni, volare e potare